Emilio Vedova, Immagine del tempo

Emilio Vedova. Immagine del tempo, 1959. Galleria Bottegantica
Emilio Vedova. Immagine del tempo, 1959

Emilio Vedova ha prodotto arte in risposta agli sconvolgimenti sociali contemporanei, ma la sua posizione politica era contraria a quella dei suoi primi colleghi moderni, i futuristi italiani, che si sono coalizzati come gruppo negli anni precedenti la Prima guerra mondiale.

Chiedi informazioni

Mentre i futuristi celebravano romanticamente le energie aggressive insite nel conflitto sociale e nel progresso tecnologico, le tele febbrili e violente di Emilio Vedova trasmettono - in termini astratti - il suo orrore e la sua protesta morale di fronte all'assalto dell'uomo alla sua stessa specie.

Vedova ha espresso una coscienza politica nel suo lavoro per la prima volta alla fine degli anni Trenta, quando le sue opere si ispirarono alla guerra civile spagnola. Il suo continuo impegno nel sociale ha dato vita a serie come Ciclo della protesta (1956) e Immagine del tempo (1946-59).

Emilio Vedova
(Venezia 1919 - Venezia 2006)

Immagine del tempo, 1959
Olio su tavola rigida, 50 x 40 cm
Firmato e datato in basso a sinistra: Vedova 1959 

Provenienza:
Galleria Marescalchi, Bologna; Galleria Il Mappamondo, Milano