Giorgio De Chirico, Autoritratto

Giorgio De Chirico. Autoritratto, 1940. Galleria Bottegantica
Giorgio De Chirico. Autoritratto, 1940

Quanto è cambiato il pictor optimus Giorgio De Chirico! Eravamo abituati a vederlo, solo pochi anni prima, in fieri travestimenti (l'Odisseo errante, l'oracolo), o felicemente duplicato (con la madre o il fratello Alberto Savinio), o ancora a irradiare allegorie (Fama, Tragedia, Malinconia).

Chiedi informazioni

Nei pochi autoritratti dipinti tra il 1930 e il 1940 il suo volto appare reale e iconico allo stesso tempo. I modelli di riferimento sono i grandi Maestri del passato, Rubens, Velasquez e - come in questo caso - il supremo Raffaello.

Giorgio De Chirico
(Volos, 1888 - Roma 1978)

Autoritratto, 1940
Olio su carta applicata su cartone, 33 x 24 cm
Firmato in basso a destra: G. de Chirico
Sul retro: iscrizione scritta a mano: Autoritratto / Giorgio de Chirico; dichiarazione di autenticità del dott. Elio Gandolfo, notaio a Roma

Provenienza: Galleria d’Arte Firenze, Firenze; collezione privata, Firenze.