I napoletani a Parigi negli anni dell’Impressionismo, Da De Nittis a Gemito

Da De Nittis a Gemito, I napoletani a Parigi negli anni dell’Impressionismo, 6 dicembre 2017 - 8 aprile 2018
Da De Nittis a Gemito, I napoletani a Parigi negli anni dell’Impressionismo

Palazzo Zevallos, Napoli

Le Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano presentano fino all’8 aprile 2018 la mostra “Da De Nittis a Gemito. I napoletani a Parigi negli anni dell’Impressionismo”, a cura di Luisa Martorelli e Fernando Mazzocca, patrocinata dal Comune di Napoli, dal Comune di Barletta e dall’Institut Français di Napoli. In rassegna, una panoramica sui grandi pittori e scultori partenopei a Parigi negli ultimi anni dell’Ottocento, fino al primo Novecento, ripercorrendo lo sviluppo della pittura napoletana presentando i generi più amati di quel tempo: il paesaggio, le marine, la veduta urbana e soprattutto le scene della vita moderna di cui gli Impressionisti e Giuseppe De Nittis sono stati i maggiori esponenti.

La Parigi del XIX secolo, capitale mondiale della cultura moderna, ha accolto artisti provenienti da tutto il mondo, ma il legame con l’Italia è tra i più forti. Nel corso del secolo si consolida una relazione privilegiata con Napoli a tal punto che la presenza di artisti partenopei è ancor più intensa rispetto a qualsiasi altra scuola italiana.
L’arte napoletana si traferisce in Francia, proponendosi ai Salon annuali e alle Esposizioni Universali, conquistando molti premi e riscontri positivi dalla critica.
La figura emblematica della mostra, è senza dubbio Giuseppe De Nittis, pugliese d’origine ma napoletano per spirito e cultura.

Link esterno